ViSTA - Virtual and Social heritage Tour Application

Obiettivo del progetto è quello dello sviluppo, della messa a punto e della sperimentazione, su un sito gestito dal Polo Museale della Puglia ed individuato nel Museo Nazionale Archeologico di Altamura, di un sistema tecnologico integrato per il touring virtuale e sociale del patrimonio artistico e culturale.

Il Virtual Tour

Costituito da una o più “foto immersive” – ricostruzioni fotografiche di una scena che l’utente – virtualmente collocato al suo centro – può esplorare (con l’ausilio del mouse) in tutte le direzioni, eseguendo anche operazioni di ingrandimento e riduzione; la sensazione provata è paragonabile alla normale esperienza di “guardarsi attorno” all’interno di uno specifico luogo.
Coinvolge ed integra una serie di tecnologie di recente applicazione (dal Web-GIS, allo stitching fotografico per l’effetto 360°.

Il Social Tour

All’accezione “Virtual” del tour di un bene artistico e culturale, è possibile affiancare anche la caratteristica di “Social”, ovvero di un insieme di aspetti tecnici che permettano una esperienza di fruizione dei contenuti museali che sia creativa prima che innovativa e che soprattutto tenga conto delle diverse modalità di accesso agli stessi, quindi consideri le specifiche esigenze di utenti con specifiche disabilità.

Obiettivi del Progetto

  • Rendere l’accesso ai luoghi di interesse culturale, storico ed artistico del nostro territorio regionale e nazionale “più democratico”, abbattendo vincoli e barriere sociali come quelle economiche (per esempio legati ai costi di spostamento e organizzazione), architetturali (per particolari disabilità, nonostante la buona accessibilità di molti dei siti), culturali (per esempio superare potenziali vincoli religioso-culturali) e geografiche (abbattimento delle distanze qualsiasi esse siano)
  • Potenziare l’offerta del patrimonio culturale e museale della Puglia migliorando la fruizione dei luoghi della cultura definendo strategie e obiettivi comuni di valorizzazione in rapporto al territorio.
  • Sperimentare e testare soluzioni tecnologiche innovative e non invasive, che non compromettano l’integrità dei monumenti e non prevedano installazioni fisse, finalizzate al supporto e alla spettacolarizzazione di mostre e altre iniziative culturali per la promozione e valorizzazione dei beni culturali, caratterizzati altresì dalla possibilità di utilizzo contemporaneo in più siti e quindi favorendo e potenziando le reti museali.
  • Condividere metodologie agili e soluzioni tecnologiche utili alla produzione di contenuti trans-mediali per la divulgazione scientifica, la didattica e la comunicazione sociale per la valorizzazione del patrimonio culturale, materiale e immateriale, in grado di soddisfare anche obiettivi qualitativi ed economici per una valorizzazione sostenibile del patrimonio culturale.
  • Offrire alla comunità del territorio pugliese strumenti per la fruizione virtuale 4.0 del patrimonio artistico, culturale e storico gestito dal Polo Museale della Puglia, soprattutto in riferimento ai quei siti non facilmente accessibili sia in termini economici che logistici.